La magia delle fontane di Barcellona

fuente4

Dall’ispirazione dell’ingegnere Carles Buigas (figlio di Gaietà Buigas, l’architetto conosciuto per la realizzazione del monumento a Colombo), derivò un nuovo tipo di fontana, dove l’elemento artistico rivoluzionario erano le forme mutevoli dell’acqua.

La Fontana Magica fu una dalle ultime opere che si portarono a termine nel recinto dell’Esposizione Universale del 1929. Oltre tremila persone furono adoperate per realizzare ed ultimare l’idea di Buigas, e dopo solo un anno d’attesa Barcellona si adornava con un altro incredibile monumento. Il progetto si completò con le cascate e le fontane che tutt’oggi decorano il viale Maria Cristina.

L’elemento portante del progetto fu la fontana monumentale, situata sopra ad una piattaforma che si eleva a mezza distanza fra il Palazzo Nazionale, alla fine del viale e che fa da scenario con le sue imponenti scalinate, e la fontana di Piazza Spagna.

La fontana magica si deteriorò durante la Guerra Civile e non tornò ad essere operativa fino al 1955, anno in cui lo stesso Buigas si propose aggiustarla. Dopo una serie di riparazioni e l’incorporazione successiva della musica allo spettacolo visuale, negli anni novanta, poco prima dei Giochi Olimpici, fu restaurata completamente, con lo scopo di modernizzare le installazioni, ancor troppo artigianali per l’epoca.

fuente3fuente1fuente2

Oggi la Fontana Magica è una spettacolare esibizione di colore, luci, movimento, musica e acrobazie acquatiche. Mescolando insieme tutti gli elementi e combinandoli correttamente si ottiene una delle attrazioni di maggior esito e popolarità della città condale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>